Cella di carico da puleggia P100/3W


Scarica Scheda PDF

CELLA DI CARICO DA PULEGGIA

Caratteristiche: l'unità di misua TRIO è utilizzata per misurare in modo continuo, durante il processo di produzione, il tiro. Il sistema viene realizzato a tre pulegge,di cui sulla centrale è montata la cella di carico.

Applicazioni: bobinatrici, avvolgitori, svolgitori, tendifilo e qualsiasi applicazione che debba misurare la tensione di fili, fettucce, fibre ottiche, fili in rame, acciaio, poliammide ecc.


Zoom Clicca sull'immagine per ingrandire

Cella di carico da puleggia P100/3W Cella di carico da puleggia P100/3W Schema Cella di carico da puleggia P100/3W Montaggio
Analog Output

Specifiche Tecniche

MaterialeAlluminio
Portata50, 100, 200, 500, 1000, 2000 g
Carico limite300 % F.S.
Carico di rottura500 % F.S.
Tensione di alimentazione14 – 30 V cc massimo
Segnale di uscita0 - 10 Vdc
Tolleranza uscita0,2 % F.S.
Linearità0,2 % F.S.
Isteresi0,03 % F.S.
Temperatura di funzionamento-20 / +70°C (-4 / +158°F)
Grado di protezioneIP 54
Cavo standard3 m – 4 x 0,25 (schermo non collegato a corpo cella)
Per le specifiche tecniche complete e più aggiornate fare riferimento alla scheda tecnica scaricabile qui
Scarica Scheda PDF
 
Connessioni Cella di carico da puleggia P100/3W

MONTAGGIO DELLE CELLE

Accorgimenti generali da seguire nell’installazione e montaggio di celle di carico:

  • Rispettare il senso di applicazione delle forze alle celle di carico
  • Non superare i limiti di temperatura riportati in targa
  • Non rimuovere le etichette dalle celle
  • Proteggere adeguatamente i cavi con guaine o canaline
  • Effettuare su ogni singola cella un collegamento di messa a terra con cavo adeguato, cavallottando eventualmente le piastre degli accessori di montaggio
  • Non effettuare saldature sulla struttura meccanica dopo il posizionamento delle celle
  • Evitare o ridurre al minimo eventuali vincoli meccanici tra la struttura rigida e la struttura pesata, per evitare difetti di pesatura e ritorni a zero
  • In caso di utilizzo con vibrazioni o carichi dinamici proteggere le celle con antivibranti
  • Proteggere le celle da eventuali accumuli di polveri con opportune protezioni