Celle di carico certificate

Indicatori di peso GICAM sono strumenti per la visualizzazione del peso collegati a celle di carico. Sono disponibili visualizzatori multifunzione, per pesatura e dosaggio, per pesa a ponte, con limitatore di carico e visualizzatori portatili in comode valigette. Abbiamo soluzioni a pannello, portatili, con supporto a barre DIN e OMEGA, indicatori analogici e touch screen. Disponibili prodotti IP65 con protezione dalle polveri. Supportano protocolli di comunicazione industriale come PROFIBUS, PROFINET, MODBUS ed altro.

Indicatore

Scarica manuale di installazione

Scarica manuale d'uso


Zoom Clicca sull'immagine per ingrandire

Indicatore WIN9

Specifiche Tecniche

Alimentazione24 Vcc ± 15%
Assorbimento max5 W
IsolamentoClasse II
Categoria d'installazioneCat. II
Temperatura di funzionamento-10 / +40 °C (umiditą max 85% senza condensa)
Temperatura di stoccaggio-20 / +50 °C
DisplayNumerico a 6 digit led rossi a 7 segmenti (h 14 mm)
Led5 led indicatori da 3 mm
Tastiera4 tasti meccanici
Dimensioni d'ingombro96 mm x 48 mm x120 mm (l x h x p)
MontaggioAd incasso su pannello (dima di foratura 91 mm x 44 mm)
Materiale contenitoreNoryl autoestinguente (UL 94 V1)
Grado di protezioneIP 54
ConnessioniMorsettiere estraibili a vite passo 5.08
Alimentazione celle di carico5 Vcc / 90mA (max 6 celle da 350 ohm in parallelo) protetta da cortocircuito
Sensibilitą d'ingresso0.02 µV min
Linearitą< 0.01% del fondoscala
Deriva in temperatura< 0.001% del fondoscala / C°
Risoluzione interna24 bit
Risoluzione pesoFino a 60.000 divisioni sulla portata utile
Campo di misura-3.9 mV/V - +3.9 mV/V
Frequenza di acquisizione peso6 Hz - 50 Hz
Filtro digitaleSelezionabile 0.1 Hz - 25 Hz
Numero decimali pesoda 0 a 3 cifre decimali
Taratura di zero e fondo scalaAutomatica (teorica) o eseguibile da tastiera
Uscita Analogica in tensioneOpzionale: ± 10 V / ± 5 V
 Risoluzione16 bits
 TaraturaDigitale da pulsanti
 Impedenzaminimo 10Kohm
 Linearitą0.03% del fondoscala
 Deriva in temperatura0.001% del fondoscala / °C
Uscita Analogica in correnteOpzionale: 0 - 20 mA / 4 - 20 mA
 Risoluzione16 bits
 TaraturaDigitale da pulsanti
 Impedenzamassimo 300 ohm
 Linearitą0.03% del fondoscala
 Deriva in temperatura0.001% del fondoscala / °C
Uscite logiche2 optoisolate (contatto pulito) max 24Vdc / 60 mA cad.
Ingressi logici2 optoisolati a 24 Vcc PNP (alimentazione esterna)
Porte serialiRs232c / Rs422 / Rs485 half duplex
 Lunghezza massima cavo15m (Rs232c) e 1000m (Rs422 e Rs485)
 Protocolli serialiASCII, Modbus
 Baud rate2400 / 9600 / 19200 / 38400 / 115000
Memoria codice programma64 Kbytes FLASH riprogrammabile on board da RS232
Memoria dati2 Kbytes
Conformitą alle NormativeEN50081-1, EN50082-2, EN61010-1
Per le specifiche tecniche complete e pił aggiornate fare riferimento alla scheda tecnica scaricabile qui
Scarica Scheda PDF

Connessioni

TipoMorsettiera 12P passo 5.08
LunghezzaND
1+ Alimentazione 24 Vcc
2- Alimentazione 24 Vcc
3Uscita Analogica in corrente 0-20mA/4-20mA Max 300 ohm
4Uscita Analogica in tensione 0-5V/ 0-10V min 10Kohm
5Negativo Uscita Analogica Tensione / Corrente
6RS232 Tx
7RS232 Rx
8GND
9RS485 TX+
10RS485 TX-
11RS485 RX+
12RS485 RX-
TipoMorsettiera 12P passo 5.08
LunghezzaND
13Uscita 1
14Uscita 2
15Comune uscite
16+ Ingresso 1
17+ Ingresso 2
18Comune ingressi
19- Alimentazione celle
20+ Alimentazione celle
21+ Riferimento Cella
22- Riferimento Cella
23- Segnale Cella
24+ Segnale Cella
Connessioni Indicatore WIN9

MONTAGGIO DELLE CELLE

Accorgimenti generali da seguire nell’installazione e montaggio di celle di carico:

  • Rispettare il senso di applicazione delle forze alle celle di carico
  • Non superare i limiti di temperatura riportati in targa
  • Non rimuovere le etichette dalle celle
  • Proteggere adeguatamente i cavi con guaine o canaline
  • Effettuare su ogni singola cella un collegamento di messa a terra con cavo adeguato, cavallottando eventualmente le piastre degli accessori di montaggio
  • Non effettuare saldature sulla struttura meccanica dopo il posizionamento delle celle
  • Evitare o ridurre al minimo eventuali vincoli meccanici tra la struttura rigida e la struttura pesata, per evitare difetti di pesatura e ritorni a zero
  • In caso di utilizzo con vibrazioni o carichi dinamici proteggere le celle con antivibranti
  • Proteggere le celle da eventuali accumuli di polveri con opportune protezioni