Celle di carico certificate

Celle di carico per geotecnica TOR-IDRA/M


Scarica Scheda PDF

La cella di carico toroidale idraulica TOR-IDRA/M misura le variazioni di carico di lavoro cui sono sottoposti tiranti ed ancoraggi, permettendo in questo modo di valutare con cura le eventuali perdite per il rilascio durante l’esercizio oppure gli aumenti della pressione dovuti alla spinta del terreno sulle strutture di contenimento.

La cella è costituita da due piastre di acciaio di forma circolare, con un foro centrale per consentire il passaggio dei trefoli, tornite e saldate assieme in modo tale da creare un’intercapedine riempita da un olio speciale e collegata ad un manometro di precisione sul quale è possibile leggere direttamente il valore del carico in KN.

Modello FS (t) A (mm) B (mm)
1 100 115 265
2 150 150 320
3 220 210 405

 


Zoom Clicca sull'immagine per ingrandire

Celle di carico per geotecnica TOR-IDRA/M Celle di carico per geotecnica TOR-IDRA/M Schema

Specifiche Tecniche

MaterialeAcciaio Inox
Portata1000, 1500, 2200 kN
Temperatura di funzionamento-20 / +70C (-4 / +158F)
Deriva termica di zero0,4 %/K deviazione da 20 C
Grado di protezioneIP 67
Tipo di manometroAnalogico a molla Bourdon con scala in KN
Diametro manometro100 mm
Corpo manometroAcciaio Inox
Attacco manometroAcciaio Inox
Classe di precisione1.0
Per le specifiche tecniche complete e pi aggiornate fare riferimento alla scheda tecnica scaricabile qui
Scarica Scheda PDF

MONTAGGIO DELLE CELLE

Accorgimenti generali da seguire nell’installazione e montaggio di celle di carico:

  • Rispettare il senso di applicazione delle forze alle celle di carico
  • Non superare i limiti di temperatura riportati in targa
  • Non rimuovere le etichette dalle celle
  • Proteggere adeguatamente i cavi con guaine o canaline
  • Effettuare su ogni singola cella un collegamento di messa a terra con cavo adeguato, cavallottando eventualmente le piastre degli accessori di montaggio
  • Non effettuare saldature sulla struttura meccanica dopo il posizionamento delle celle
  • Evitare o ridurre al minimo eventuali vincoli meccanici tra la struttura rigida e la struttura pesata, per evitare difetti di pesatura e ritorni a zero
  • In caso di utilizzo con vibrazioni o carichi dinamici proteggere le celle con antivibranti
  • Proteggere le celle da eventuali accumuli di polveri con opportune protezioni