Celle di carico certificate

Applicazioni speciali M/G FX


Scarica Scheda PDF

LIMITATORE DI CARICO ELETTRONICO

I limitatori di carico della serie “M/G FX” sono estremamente piccoli e maneggevoli, con corpo cella di carico in alluminio con elevato grado di protezione (IP 67) per applicazione in qualsiasi ambiente.

Vengono applicati sulla fune capo fisso e la semplice procedura di installazione richiede solo pochi minuti.

Mod. FX1 FX2 FX3
Materiale Alluminio Alluminio Ac. INOX
Campo
Tar. (kg)
100-3000 3001-10000 10001-15000
D. Fune
Max
5-18 12-30 18-40
Dim.
(cm)
240x84x80 240x84x80 240x84x80
Peso
(kg)
3,5 4 6


Zoom Clicca sull'immagine per ingrandire

Applicazioni speciali M/G FX Applicazioni speciali M/G FX Schema
Analog Output

Specifiche Tecniche

MaterialeAlluminio/Acciaio inossidabile
Portata3000, 10000, 15000 kg
Tensione di alimentazioneMassimo 15 Vcc (opzionale 24 Vcc)
Segnale di uscitaOpzionale: 0-10V o 4-20mA
Temperatura di funzionamento-20 / +70C (-4 / +158F)
Grado di protezioneIP 67
Dimensioni in mm240 x 84 x 80 mm - 9.4 x 3.3 x 3.1 in (LxWxH)
Errore medio≤ 1 % del fondo scala
Cavo standard5 m 4 x 0,25 (schermo non collegato a corpo cella)
Per le specifiche tecniche complete e pi aggiornate fare riferimento alla scheda tecnica scaricabile qui
Scarica Scheda PDF

Connessioni

TipoCAVO 4C R5 PUR 4X0,25 SCHERMATO
Lunghezza5 m (schermo non collegato a corpo cella)
Rosso+ IN
Nero- IN
Verde+ OUT
Bianco- OUT
Connessioni Applicazioni speciali M/G FX

MONTAGGIO DELLE CELLE

Accorgimenti generali da seguire nell’installazione e montaggio di celle di carico:

  • Rispettare il senso di applicazione delle forze alle celle di carico
  • Non superare i limiti di temperatura riportati in targa
  • Non rimuovere le etichette dalle celle
  • Proteggere adeguatamente i cavi con guaine o canaline
  • Effettuare su ogni singola cella un collegamento di messa a terra con cavo adeguato, cavallottando eventualmente le piastre degli accessori di montaggio
  • Non effettuare saldature sulla struttura meccanica dopo il posizionamento delle celle
  • Evitare o ridurre al minimo eventuali vincoli meccanici tra la struttura rigida e la struttura pesata, per evitare difetti di pesatura e ritorni a zero
  • In caso di utilizzo con vibrazioni o carichi dinamici proteggere le celle con antivibranti
  • Proteggere le celle da eventuali accumuli di polveri con opportune protezioni